Sciatica, brachialgia ed ernia del disco

Secondo l’Enciclopedia Treccani per ernia del disco si intende: “Fuoriuscita del nucleo polposo (o del materiale che lo compone) del disco intervertebrale”. La causa è riconducibile alla lesione o rottura delle fibre dell’anello fibroso che strutturano la parete del disco stesso.

Le componenti fuoriuscite del disco si portano, nel canale vertebrale, a contatto con le radici nervose e talora con il midollo spinale.

Sul piano clinico si hanno vari disturbi (per es., radicolopatie, sciatalgie) che possono essere molto dolorosi e causare una grave limitazione dei movimenti e della deambulazione.

Qualora non vi fossero deficit neurologici evidenti la chiropratica può aiutare il paziente a ristabilire un equilibrio postulare e un conseguente miglioramento della sintomatologia sia a livello del rachide, sia a livello dell’arto superiore o inferiore a seconda della lesione discale, eliminando quella brutta sensazione di formicolio e parestesia nel braccio o nella gamba.